Marchio

Ipierre non è altro che un acronimo, formato dalle tre iniziali che hanno sempre contraddistinto il fondatore, Ingegnere Pietro Rossi.

A suo tempo, ovvero circa quaranta anni fa, non era nemmeno pensabile sottrarsi al prefisso di laurea e tuttavia, proprio in casi come questo, il titolo distingueva il personaggio, si fondeva con il suo carattere, ne rappresentava il ruolo.

L’ “Ingegnere” è riuscito nella sua impresa: anzitutto far nascere Ipierre e, nel contempo, alimentandola con idee tramutate in prodotti di successo.

Dal 2013 la storia di Ipierre s’intreccia favorevolmente con quella di Ferrari Group e la comunione d’intenti porta entrambe le aziende a perseguire sempre più e sempre meglio la ricerca della massima qualità dei prodotti e dei servizi erogati, in un contesto di forte competitività. 

Ipierre continua ad innovare e a rinnovarsi, per seguire le esigenze del mercato, con la forza delle proprie idee e delle competenze delle proprie risorse, valori che sono nel DNA aziendale.

All’inizio il nostro payoff era “Ipierre e il giardino” ma la qualità ha posto il suo accento ed ora non possiamo che affermare : Ipierre é il giardino”.


 

I tempi cambiano, i prodotti evolvono ma le filosofie vincenti rimangono. Per questo Ipierre é unica.